Come smettere di soffrire Per Amore grazie al Risveglio Seduttivo

perché non riesco a conquistare iil mio uomo

Ti è mai capitato di vivere momenti di VERA Felicità e altri di VERA Tristezza? 

So cosa vuol dire… ma ti sei mai chiesta cosa caratterizza questi momenti così diversi eppure così stranamente simili?

Potresti dirti che sono semplici stati di transizione, di scambio che fanno parte della vita, e che questi stati non dipendono da te.

Sì e no.

Capiamoci: la donna è sempre donna, e avere sbalzi d’umore, o salti emotivi è normale. La vita va vissuta fino in fondo e le emozioni servono a questo (o sbaglio?!).

C’è un MA…

infatti quando vivi queste salti emotivi in maniera passiva e non ti assumi la responsabilità di comprendere COME MAI sei felice e COME MAI sei triste.

Il tuo uomo ti ha lasciato dopo tanto tempo insieme?

E’ del tutto naturale reagire soffrendo.

Ecco che sei triste e conservi il tuo dolore dentro di te, e lo osservi crescere per poi aspettare che prima o poi scompaia improvvisamente così come è arrivato.

Peccato che la vita spesso non va come ci aspettiamo. E così l’unica cosa che ti ritrovi a fare è fuggire dal problema vero.

Ogni donna lo fa alla sua maniera, forse tu mangi qualcosina di più del solito (ok, la nutella non conta…o si?!:P), ti butti a capofitto nel lavoro anche se lo fai senza “esserci” davvero e facendo qualche errore che non faresti al tuo 100%, o sei più una ragazzaccia da seratine in giro da teenager sbandate!

e il tempo passa…

La voglia di qualcosa di dolce si evolve in abbuffate, lo straordinario in esclusione dal mondo, la voglia di divertimento a tutti i costi ti lascia solo un senso di vuoto sempre maggiore e così via…

poi di colpo un giorno, magari dopo aver visto quella citazione su Facebook che tanto ti piace e motiva, decidi di dare una  svolta alla tua situazione.

Inizi a leggere frasi, libri, film, canzoni che ti possano motivare… diventa una Bulimica di Motivazione.

Ecco che a questo punto sei arrivata alla seconda fase di quello che ho denominato “effetto molla”. Ossia, come un elastico, che inizialmente tesa ad uno stato naturale (quello prima dell’inizio della sofferenza) viene a perdere ogni tensione positiva (tristezza) e quindi si affloscia e poi di colpo viene tirata al massimo (periodo di bulimia motivazionale).

Il risultato è quello di accumulare stress!

E così rischi la rottura

Gli estremi sono sempre un pericolo… un elastico esiste per “lavorare” per essere più o meno tirata, ma il tutto in un determinato “range di tolleranza” e non verso i suoi estremi.

E allora qual’è la soluzione?!

Serve una MOLLA PIU’ FORTE… con una tolleranza maggiore che le permetta di vivere le stesse emozioni che oggi ti portano fino al punto di rottura e che invece con un elastico più forte non ti farebbero nemmeno versare una lacrima!

La cosa più bella.. è che la natura ci ha GIA’ dato questo forza… solo che noi l’abbiamo smarrita lungo il cammino.

Oggi già che mai siamo dimentichi di avere un potere dentro capace di gestire qualsiasi cosa, bella e brutta, buona e cattiva, giusta e ingiusta. Noi siamo i figli di coloro che sono sopravvissuti a guerre, pestilenze e calamità incredibili. Noi abbiamo il miglior DNA della storia dell’umanità eppure non ce lo ricordiamo… perché siamo addormentati.

Da tutto questo nasce la mia decisione di aiutare te e tutte le donne (e uomini) che vorranno, con un vero e proprio Risveglio Seduttivo.

Cos’è il  Risveglio Seduttivo?

Si usa spesso la parola risveglio anche se molti la usano a sproposito, come una di quelli aggeggi “tutto fare”.  E così ti trovi a doverti risvegliare da questo e da quello. Ma cosa si intende con la parole risveglio?

Letteralmente è la transizione da uno stato di assopimento a quello di veglia, in parole povere da una situazione incosapevole ad uno consapevole dove VIVI il momento presente con tutta te stessa e non solo come un automa (stato in cui siamo il 95% del tempo!).

Per esempio quando vai a lavoro o all’università puoi decidere se andarci con la auto o con i mezzi pubblici, da sola o in compagnia MA in realtà puoi anche decidere se andarci o NO! Questo semplice esempio ci porta dritto alla considerazione su come ci siano dei diversi livelli di consapevolezza anche su una cosa “banale e quotidiana” come andare da qualche parte.

La verità è che molto probabilmente il 95% delle volte vai a lavoro alla stessa maniera, con lo stesso mezzo… QUESTO vuol dire essere inconsapevole. Vivere come un automa.

Il risveglio come concetto generale è proprio quello di passare da questo stato di “non scelta” a quello in cui sei TU a decidere. Questo è il famoso “potere dell’adesso” di parla Ektor Tolle nei suo famosissimo libro omonimo.

Oggi discutiamo di una particolare forma di risveglio, quello seduttivo.

Prima però dobbiamo capire cos’è la SEDUZIONE. La parola “se ducere”, è l’unione di “se” e “ducere” che significa portare. Molti pensano che il messaggio finale sia  “portare a se” cosa che sarebbe vero se la parola fosse “AD seducere”. Invece “se” in latino significa “via da”, quindi il significato reale di “sedurre” è “portare via, allontanare”.

Ok, Fabio… ma da cosa o chi allontana la seduzione?!

la retta via!

Da qui l’immagine che vece il diavolo sedurre. Perché chi più del diavolo ci allontana dalla strada giusta e retta. Ciò spiega anche la brutta nomea della parola “seduzione”.

Se canonicamente la parola seduzione vuol dire questo, QUI noi attribuiamo un NUOVO significato.

Le parole nascono con un significato ma come tutte le cose viventi che nascono, crescono, cambiano, maturano e nessuno storcerebbe il naso se la nostra foto quando avevamo dieci mesi non assomiglia alla foto che abbiamo sulla patente! Perché dovrebbe essere diverso con le “parole”?

Diamo nuova consapevolezza alla Parola Seduzione!

Io chiamo un uomo seduttore e una donna seduttrice (a me piace più stella polare dell’amore) quelle persone che sono riuscite a trasformarsi nella loro versione migliore in rapporto agli altri. Coloro che non hanno paura di parlare con il mondo, dire la propria idea, conquistare senza limiti stupidi, e amare senza restrizioni. Che si amano in primis loro stessi e che quindi amano gli altri. Che non vivono all’ombra dei loro desideri, ma alla luce dei loro sogni.

Ecco chi sono per me i seduttori e le seduttrici.

Trasformarsi in una calamità per gli altri.

Puoi esserlo quando decidi di attirare a te qualche persona speciale o se vuoi solo sprigionare la TUA energia innata (che troppo spesso non sappiamo nemmeno di possedere).

Trasformarsi in una Stella Polare dell’Amore (seduttrice) è laurearsi nella seduzione ma a differenza di università che non importa quanto tempo e con che voti alla fine terminerà con la tesi e il voto finale (incrociando le dita :P), diventare la propria Stella Polare è una cosa viva, che si muove continuamente come un orizzonte che si cerca di raggiungere ma che ad ogni metro che facciamo nella sua direzione si sposta di un metro a sua volta.

E così noi ci godiamo il viaggio, perché la Stella Polare non serve forse proprio a questo… indicarci una strada?! la via verso casa?!

in questo caso “casa” è il nostro VERO potere interiore, è la versione migliore di noi stessi.

Adesso si vestirà come una donna sicura dei propri mezzi, poi una ragazzina sbarazzina capace di far girare la testa a tutti gli uomini che la vedono per strada, dopo ancora una brava mamma, o una fiera scienziata… chi lo sa. Il bello della stella è che ci porta a casa NOSTRA, non a quella di qualcun altro!

Ok, ho capito cos’è il risveglio e anche cosa intendiamo per seduzione e seduttrice (o stella polare dell’amore) ma cosa esce quando uniamo le due cose?

Lo facciamo subito!

il Risveglio Seduttivo è riscoprire la consapevolezza di ESSERE più che sufficiente per la nostra felicità in amore, vivere bene con noi stessi, avere relazioni stupende, divertirsi con le persone, avere una vita sessuale inebriante, e infine possedere una totale e piena fiducia in noi stessi.

Tirare fuori tutto ciò che esiste in noi, e farle maturare ADESSO, qui e ora, non domani, non tra un anno, o dieci anni, non perché così avremo un futuro migliore (che potrebbe non arrivare mai). Ma QUI E ORA.

Allora quando io posso dire di essermi risvegliata seduttivamente?!

Quando ti senti PIU’ consapevole del TUO potere seduttivo/magnetico un po’ di prima.

Un giorno succede perché leggi un nuovo libro e scopri qualcosa di te che non avevi mai pensato prima, un altro giorno chiedendoti per la prima volta SE andare a lavoro no, se cambiare lavoro o no, se lo vuoi davvero o no, un altro giorno ancora potrebbe essere una tecnica di respirazione che ti permette di rilassarti in situazioni stressanti…

Un giorno potrai svegliarti e sentire di avere una piena sicurezza e ti senti fiduciosa di poter affrontare il capo, il marito, l’ex, il papà e di farlo con la consapevolezza di CHI SA cosa vuole dalla vita, dall’amore e da se stessa.

Certo quel giorno l’orizzonte si sarà spostato ancora… ma quello è il bello :)

Non ci sono momenti migliori di altri quando sei consapevole o “cerchi” di esserlo. Perché ogni giorno sei una seduttrice e ogni giorno sei meglio di quello precedente.

Tutto questo… o meglio, semplicemente questo… è il risveglio seduttivo.

Qual è l’alternativa? Cosa accade a non andare verso il risveglio?

Guarda fuori quello che esiste solo dentro di se.

Tecniche per conquistare un uomo particolare, amuleti (esistono ancora?) magici di cupido, ricerca dell’ennesimo “maestro” per avere più sicurezza, per amarsi di più (come se possa arrivare dall’esterno),  oppure imitare quella donna “tanto sicura di se e bella” fino a invidiarla. Insomma resta alla porta ad aspettare il Salvatore che arrivato sul ciglio della porta arrivi con un bel sacco pieno di felicità (il Babbo Natale dei Grandi!)….

E cosa succede?

Vive lunghe onde emotive… alti e bassi, dolore e felicità, rabbia e gioia, sofferenza e benessere… solo che l’onda diventa sempre più “strana” e polarizzata verso le emozioni negative. E si finisce stando male tanto, e bene qualche volta… e poi… sempre peggio!

Adesso voglio condividere con te le parole di una amica di conquistareunuomo che ho avuto la fortuna di poter aiutare un po’ di tempo fa. Ecco cosa mi ha scritto:

Caro Fabio,

non ci sentiamo da un po’:) non mi sgridare ho aspettato a scrivere questa email perché volevo dirti tutto quello che penso alla fine mi sono decisa:P durante i sei mesi che mi hai seguito pazientemente, ci sono stati momenti in cui ti ho amato <3, altri in cui ti odiato :O e altri ancora che ti ammiravo follemente :&.Ci sono stati momenti in cui le tue parole erano come colpi di coltello che si facevano spazio nel burro delle mie insicurezze, altri in cui mi facevi risuonare dentro delle emozioni nuove a cui non sapevo nemmeno dare un nome.Quante volte mi ripetevi la parola “consapevolezza” e devo ammettere che per almeno due mesi non ho capito cosa intendevi, è stato sicuramente il concetto che è arrivato con maggiore resistenza. Adesso so perché, anzi no, adesso sono consapevole del perché(che brava allieva!!). Ti ricordi che venivo da una relazione con un uomo sposato che mi aveva scombussolata e che stava per rovinare tutto il resto.Sarai felice di sapere che lui mi fa un filo da paura ogni volta che mi vede, me lo sono trovato anche al parco dove faccio jogging, ma a me non interessa più.Esco con un uomo (single finalmente!) che ci tiene molto a me, ma soprattuto adesso non ho più paura di perderlo perché so che la felicità mia viene solo da dentro di me, e che gli altri sono specchi di questa felicità (o infelicità). Se vuoi condividere questa email sul sito o con la tua newsletter fallo pure, sarò felice di aiutare.Parlo di te a tutte le mie amiche alcune mi prendono per matta, altre sono già diventate tue allieve, ma tutte non posso negare che la nuova me di questi due anni quasi, è la bella versione di quella piatta, indecisa e diciamolo pure, noiosa che ero fino a prima. Grazie di cuore, Mariangela. 

Bello!

Ma abbiamo appena iniziato. Infatti qualche giorno fa ho terminato uno Speciale Report con due casi pratici di un uomo e una donna che stavano soffrendo a causa della fine della loro relazione (erano stati lasciati!). Come è andato a finire?!

Diciamo solo che si sono “risvegliati” ;)

E questo ci porta dritto al titolo di questo articolo in forma di domanda, cioè:

Si può smettere di soffrire per amore?”

mi spiego meglio… e per farlo ti chiedo un’altra cosa (che ti aiuterà a capire):

“riusciresti a battere qualcuno che NON vedi e che NON senti arrivarti addosso?”

Immagino di no.

E se invece quel “qualcuno” (o qualcosa) potessi vederlo? e addirittura riconoscerti i passi mentre ti si avvicina perché lo conosci fin troppo bene?!

Cambierebbe tutto, giusto?

Questo è il motivo per cui è così importante sapere BENE chi è il tuo nemico, rendendolo visibile. Ecco perché se non vuoi rimanere “cieca” davanti a questo pericolo ti consiglio di leggere il Report che ho appena finito a scrivere per te.

Troppo spesso stare male per amore è considerato una cosa “normale”, scontata addirittura naturale da cui non si può scappare. Appena leggerai il Report “Diario di un Risveglio” saprai che non è così, che togliere il velo dell’illusione a questo nemico è non solo possibile ma semplice.

Al suo interno troverai tutto questo oltre che la differenza essenziale tra l’essere semplicemente vivi e invece essere FELICI, e come l’ego (che nemico!) ti manipola a suo uso e piacere.

Tutto ciò lo scoprirai grazie alle storie di due miei allievi, Loredana e Cristian, che mi hanno permesso di condividere con te la loro storia di risveglio seduttivo per permettere anche a te di realizzarlo una volta per tutte.

Clicca QUI e scarica lo special report “Diario di un Risveglio: Come ho smesso di soffrire per Amore”

 

Il tuo Love Coach.

Fabio S.

P.S. alla fine del Report ci sarà anche una bella sorpresa per te ;)

Loading Facebook Comments ...

...e TU che ne pensi?